Energia, troppi i contratti non richiesti L'Authority corre ai ripari con la black list

Il fenomeno è cresciuto del 48% in un anno.
Il primo giugno scatta la strategia di contrasto.
Contratti non richiesti per l'energia, è boom: +48% in un anno.
La denuncia arriva dall'Authority, che accusa gli operatori del settore di agire con metodi un po' troppo "invasivi" sui potenziali clienti.
In pratica, gli agenti commerciali arrivano, stordiscono e convincono i consumatori a firmare per un servizio non realmente voluto.
Il primo giugno scatta una nuova strategia con obblighi di verifica sui contratti e una black list dei venditori.
L'odioso fenomeno è stato messo sotto osservazione dall'Autorità per l'energia, che ha riscontrato l'anomala crescita dei contratti non voluti e ha di conseguenza avviato le verifiche al riguardo.
Da tempo infatti l'Authority tiene d'occhio gli operatori e, in relazione a quanto avviene, ha elaborato la sua strategia per bloccare la tendenza.
Dal primo giugno dunque scatteranno una serie di strumenti per contrastare il fenomeno.
Ci saranno i controlli dei contratti firmati e si appronterà la lista nera dei venditori.
 

Leggi tutto l'articolo