Enterprise Social Intelligence: dall'Ascolto della rete, alle Azioni!

I Social Media proliferano e si espandono: Facebook, Twitter, Linkedin sono ormai divenute le piazze dove per qualsiasi azienda "bisogna esserci".
Ma come definire strategie, contenuti e canali, valutandone i ritorni sia in relazione alla propria clientela che ai concorrenti? Le risposte sono compito dell'emergente Social Intelligence.
Due grandi meriti dei Social Media sono che, se ben utilizzati, con modesti investimenti possono generare enorme visibilità, con in più la possibilità di misurare con estrema precisione i numeri prodotti dalle proprie azioni.
Ma se questo è vero, pensando in termini di puri numeri - le View - specie se transitanti dai propri siti Web, il discorso diventa molto più complesso e meno intelligibile se si cerca di entrare nel merito delle reazioni suscitate dalle proprie attività.
Infatti, considerando che si stima che gli utenti dei vari Social Media saranno entro fine 2016 2,5 miliardi e che si ha un continuo proliferare di Social Media e di aree di pubblicazione aperte direttamente agli utenti (Blog, Forum, Chat, Feedback...), come rispondere a domande del tipo: Quali e quanti commenti ha suscitato un post? Su quali canali ha ottenuto maggiori reazioni e come incide il modo in cui i contenuti sono stati impostati e sviluppati? Qual è il tono - la percezione qualitativa - estraibile dai commenti espressi dai lettori? E, al di là di quanto pubblica l'azienda, cosa si dice sulla rete, specialmente tra utenti, partecipanti ai Forum, Blog e via dicendo? CONTINUA QUI

Leggi tutto l'articolo