Enzo Napoli ha inviato un messaggio ai membri di news dal PD Sicilia.

    “La Sicilia utilizzi a pieno la propria speciale autonomia e si doti di un ‘registro regionale delle unioni civili’, riconoscendo i diritti delle coppie di fatto e anche delle unioni tra persone dello stesso sesso”.
Lo dice Pino Apprendi, deputato regionale del PD, che ha presentato un disegno di legge all’Assemblea Regionale Siciliana.
“Mi auguro – prosegue Apprendi – che attraverso un confronto costruttivo questa proposta possa trovare un consenso ampio, anche all’interno del mio partito, e trasversale fra tutte le forze presenti all’Ars.
Spero che il parlamento regionale colga l’importanza di questo ddl che, se approvato, farebbe recuperare alla Sicilia il ritardo rispetto ad altre regioni italiane”.
Il disegno di legge è composto da un solo articolo, che recita così: “La Regione siciliana riconosce le formazioni sociali, culturali, economiche e politiche nelle quali si promuovono la personalità umana e il libero svolgimento delle sue funzioni ed attività e riconosce altresì ogni forma di convivenza, rifiutando qualsiasi discriminazione legata all'etnia, alla religione e all'orientamento sessuale.
Al fine di dare pratica attuazione al comma precedente, in tutti i comuni della Regione è istituito il registro delle unioni civili”.
Mafia: Apprendi, interrogazione all’Ars su finanziamenti Regione ad imprenditore Lena “Gli ultimi arresti di mafia fanno emergere un pericoloso intreccio fra realtà imprenditoriali, anche rinomate, e Cosa nostra: a questo proposito bisogna verificare quali finanziamenti pubblici l’imprenditore Francesco Lena, coinvolto in una recente operazione antimafia, ha ricevuto negli ultimi anni dalla Regione”.
Lo dice Pino Apprendi, deputato regionale del PD, che ha presentato una interrogazione al presidente della Regione.
“Le notizie relative ad arresti di operatori economici implicati nel riciclaggio o nella copertura d’investimenti da parte di mafiosi – prosegue Apprendi - confermano le peggiori valutazioni del grado d’inquinamento dell’economia, con pesanti ripercussioni in Sicilia e in Italia”.
Nell’interrogazione Apprendi chiede inoltre di conoscere quali sono stati i partner di Lena (consorzi, enti, comuni, etc..) in operazioni avviate grazie a finanziamenti pubblici.
ANTITRUST: LUMIA (PD), LIBERALIZZAZIONI? DA BERLUSCONI ANCORA E SOLTANTO PROPAGANDA Roma, 15 giugno 2010 – “Sono convinto che Berlusconi, avendo costruito la sua fortuna economia e politica sul conflitto di interessi, non aprirà una stagione di riforme per la [...]

Leggi tutto l'articolo