Eolie&Dolomiti. Lettera aperta all'assessore di Auronzo

di Bartolo Natoli Leggo con grande attenzione quanto proposto, sulla necessita' di un Gemellaggio tra le scuole delle Dolomiti e quelle delle Isole Eolie.
Che bello! Potersi confrontare sui "Mari ed i Monti" e sui paesaggi che vanno assolutamente preservati.
Ma qualcuno si e' chiesto sulle spalle di chi? Sulle Dolomiti non lo so, ma nelle Isole Eolie, sicuramente, sulle spalle dei trentotto ex Lavoratori della Pomice e delle loro famiglie.
Si infatti proprio per mantenere il "Fregio" di Patrimonio dell'Umanità loro hanno perso il loro "onesto" lavoro.
Quante promesse, ma ad oggi l'unica realta' e' che per dieci di loro e' pure finito il periodo di mobilita', senza che Regione - Comune e Stato abbia fatto qualche cosa di concreto.
Proprio in questa occasione del 24, noi cittadini italiani di serie B, tali in quanto "scippati" del proprio lavoro assieme a trentasette suoi ex colleghi, vogliamo lanciare il "NOSTRO" gemellaggio condividendolo con la Signora Tatiana Pais Becher.
Vorremmo incontrare i lavoratori in mobilità delle Dolomiti "ridotti come noi" (se ve ne sono), per dirla come i Politici, per uno  scambio di "ambascerie" nel quale vi saranno gli ex Lavoratori Scippati del Proprio Lavoro Ospitati e gli altri Lavoratori Ospitanti.
L'intervento che' proponiamo rendera' il viaggio parte integrante di un progetto formativo e di una esperienza di crescita consentendo a tutti gli ex Lavoratori defraudati del loro Diritto al Lavoro di avvicinarsi e conoscere coloro che sono riusciti a ridurli nello stato attuale, trincerandosi sulla necessità di mantenere il Sito Eolie nella World Heritage List.
Pertanto gentilissimo Assessore, la preghiamo di volersi adoperare anche per questo incontro, invitando gli attuali Assessori Regionale compreso il Presidente della Regione Sicilia, nonche' tutta l'Amministrazione di Lipari ed il suo Sindaco.
Noi non ci riusciamo ad incontrarli tutti insieme,in quanto come spesso si fa qui al Sud, si rimbalzano le responsabilità sull'accaduto e sulle soluzioni da intraprendere.
Chissa' se l'aria delle Dolomiti possa farli rinsavire dal torpore che manifestano dall'ormai lontano 01.12.2007 giorno in cui abbiamo perso il nostro lavoro e la nostra dignità e capiscano la gravita' della situazione ed una volta per tutti trovino una soluzione.
Grazie, Assessore!

Leggi tutto l'articolo