Eolie&Spiagge

Le analisi acrobatiche che giungono da ogni parte del mondo e da ogni ceto sociale, lasciano intravedere una ripresa oltre 2010.
Bisogna resistere senza morire di fame.
Ma se si aspetta senza il rinnovamento non ci sarà metodologia di ripresa.
In questi momenti è necessario darsi da fare per non restare al fondo della classifica.
Se le Eolie vogliono e devono perchè costrette vivere di turismo, hanno bisogno di preparare un piano spiagge di balneazione vicino al cuore dell'isola.
Senza spiagge il turismo muore.
Tanti punti in un progetto definitivo vanno segnati e risegnati, affrontati in modo definitivo e certo.
Prima spiagge e megaspiagge e là dove non è possibile bisogna progettare e scegliere con un piano di passeggiata.
Investire in spiagge, oltre a creare posti di lavoro, difende quelli esistenti.
 

Leggi tutto l'articolo