Epilessia. Scoperta molecola che fa insorgere crisi

Un nuovo meccanismo proinfiammatorio che contribuisce in modo determinante alla comparsa e ricorrenza delle crisi epilettiche: è l`importante scoperta che riunisce due filoni di ricerca, iniziati nel 1999 nel laboratorio di neurologia sperimentale guidato dalla Annamaria Vezzani dell`istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri e nell`unità di dinamica della cromatina guidato da Marco Bianchi dell`università Vita-Salute San Raffaele di Milano.
I ricercatori del Mario Negri hanno svolto negli ultimi anni pionieristiche ricerche sperimentali sul ruolo dei processi infiammatori nell`epilessia, scoprendo che l`infiammazione è uno dei meccanismi che predispone alla comparsa e ricorrenza di crisi epilettiche.
I ricercatori del San Raffaele nel corso degli anni hanno dimostrato che molecole rilasciate da tessuti danneggiati, e in particolare una proteina chiamata Hmgb1, sono responsabili dell`infiammazione associata a traumi o stress biologici.
Il nuovo studio, pubblicato sull`ultimo numero della rivista scientifica Nature Medicine, ha dimostrato che i neuroni e le cellule della glia, sottoposti a uno stimolo che causa l`epilessia, rilasciano Hmgb1, che a sua volta stimola i recettori Toll-like.
Questi recettori di norma rilevano la presenza di batteri o virus: il nuovo studio dimostra un loro importante ruolo nella regolazione dell`eccitabilità delle cellule nervose in risposta all`infiammazione.

Leggi tutto l'articolo