Epilogo - Santa Elisabetta d'Ungheria

Santa Elisabetta creatura molto umile teneva nascoste, le visioni i colloqui angelici come pure le visioni di Gesù stesso che la confortava, la incoraggiava e talvolta la rapiva nell'estasi.
S.
Elisabetta temeva di essere lodata dagli uomini e di cadere preda dell'orgoglio alimentato dal vento dell'adulazione degli uomini perché disprezzava le cose vane del mondo ed aveva scelto di vivere umilmente, lei una principessa, tutta protesa verso l'amore di Dio e al soccorso dei sofferenti.
L'incredibile suo amore per Gesù la rese figlia prediletta e attraverso di Lei Dio ne da testimonianza.
S.
Elisabetta fece risuscitare molti morti, più di sedici, ebbe anche il dono e il privilegio della guarigione di un cieco nato, ed un elenco di guarigioni veramente incredibile, questa abbondanza di miracoli testimonia e proclama la Sua santità.
Nel giorno della traslazione del suo santissimo corpo , dopo che il corpo fu collocato nella cassa di piombo, sollevata sopra la terra, sigillata con i sigilli ...

Leggi tutto l'articolo