Episodio#19 "Per coincidenza o per destino"

Battendo i tacchi sul parquet di quell'ampia palestra impolverata, Michelle Fairbanks camminò avanti e indietro osservando ad una ad una la faccia di coloro che stavano in semicerchio ad ascoltarla, mentre, col fare elegante che le era proprio, scriveva su un registro alcuni appunti che sarebbero serviti per la preparazione di un evento che la scuola di Fayetteville celebrava ogni anno: il ballo in onore di coloro che avrebbero preso il diploma alla fine dell’ultimo semestre.
E come le precedenti volte alla preparazione della festa venivano invitati a collaborare, tramite delle adesioni, i ragazzi che avrebbero avuto il piacere di partecipare, indipendentemente che questi fossero dell'ultimo o del primo anno.
Sussurrando qualcosa, Michelle non abbassò lo sguardo dal suo pubblico, composto da venti persone circa, quindi fece qualche altro passo in avanti e poi all’indietro prima di fermarsi su un punto qualsiasi di quel piccolo angolo di struttura.
Anche in quell'occasione si presentò come una donna elegante, così come si era presentata ad Hope durante la sua iscrizione a scuola: Una gonna con spacco laterale e una giacca sulla quale era solita mettere una spilla argentata.
Di tanto in tanto Liz, che vista la sua piccola statura riusciva a nascondersi dietro ad alti e robusti ragazzi, scambiava i suoi sguardi imbarazzati con quelli di un Alan sempre più triste.
Per coincidenza o per destino i due avevano inconsapevolmente aderito all’iniziativa del ballo.
La ragazza si distrasse completamente nel cercare di capire cosa Alan le sussurrasse dalla sua posizione, ma il richiamo della preside la costrinse a prestare tutta la sua attenzione, e in più a fare un passo avanti quindi mettersi in prima fila.
> > Liz abbassò lo sguardo, nonostante con la coda dell’occhio riuscisse ugualmente a percepire i movimenti di Lancaster.
D’altro canto il rimprovero della preside non era stato inerente alla distrazione della studentessa, bensì ad un dialogo avuto precedentemente con il Reverendo Baker, che temendo per la reputazione della propria figlia le si era gentilmente rivolto chiedendo specificamente di prestare più attenzione al comportamento di Liz.
Se era riuscita a farsi fare delle foto semi nuda chissà cos’altro sarebbe stata capace di fare! Intanto Michelle ricominciò il suo camminare avanti e indietro prima di fermarsi nuovamente.
> Il suo pubblico la guardò attento.
> continuò sempre la donna.
> le domandò un ragazzo di media statura e con gli occhiali di vista tondi come il fondo di un bicchiere.
> la [...]

Leggi tutto l'articolo