Er Cicerone spiega ... 10

Er Cicerone spiega ...
X.
Più in fonno ce sta un buco ch'è un tesoro (1) E potrebbe servì pe' fà bisboccia ...
Ce ritrovorno, chiuse in una boccia, Un quattrocento e più monete d'oro.
Che bellezza, percrilla, che lavoro! Robba, dico, da perde' la capoccia! Vedelle e nun potelle avè' in saccoccia Mannerebbe per aria tutt'er Foro! Indove stanno mo? Valle a ripija! Tutto 'sto gran tesoro l'hanno messo Dentr'ar Museo e nessuno se lo pija.
Se capisce! Guardateme babbeo Che dunque nu' lo sai che l'oro adesso E' diventato robba da Museo?! Nota: 1.
In una chiavica della casa delle Vestali si rinvennero circa 400 monete d'oro, che vanno dal III al V secolo.
Giggi Pizzirani Da: Romani antichi e Burattini moderni, sonetti romaneschi, Roma, Casa Editrice M.
Carra & C.
di Luigi Bellini, 1928, pag.
16

Leggi tutto l'articolo