Erano i giorni peggiori

Erano i giorni migliori, erano i giorni peggiori.
Oggi è un giorno peggiore.... il primo weekend senza mia figlia. Lei è con il papà, a trovare gli zii. La prima notte che dormirò da sola a casa, non che abbia paura di stare da sola a casa... anche perché un frugoletto di tre anni e mezzo non offre grande protezione. Solo sapevo che lei era nell’altra stanza a dormire.
Stamattina l’ho vista andar via trotterellando con lui.
E io ero alla finestra, con le lacrime agli occhi. 
E ho provato tutto il giorno a tenere la testa occupata, a fare cose, a guardare serie tv e mi sono ritrovata alle dieci di sera a lustrare i sanitari pur di far qualcosa. 
E vorrei andare a dormire.... è mezzanotte. Ma non so se lei dorme, non so se ha fatto i capricci, se ha pianto. 
E so già che andare nel letto sarebbe un inutile tortura. 
Mi manca, mi manca tanto.... anche se spesso mi lamento di lei, che non si comporta a dovere, che mi fa impazzire per dormire, che è una sbrodolona... mi manca. Mi man...

Leggi tutto l'articolo