Eriocaulon setaceum

Esperienza con Eriocaulon setaceum   Cercate una pianta nuova per formare un punto di richiamo fantastico? Non potrei che consigliervi questa stupenda specie! Quando mi sono arrivati i 4-5 steli erano in pessime condizioni, piuttosto sbiaditi e molto corti....
dopo 3 settimane in vasca questa è la situazione: un bellissimo cespuglio verde con molti apici verdissimi! Le foglie sono sottilissime, aghiformi, in verticilli, concentrati all'apice del fusticino bianco.
Poche radici aeree, sono piuttosto concentrate nelle zone più basse del fusto, soprattutto ai nodi.
Sicuramente è una pianta molto esigente in termini di fertilizzazione, illuminazione e qualità dell'acqua.
Somministro ferro chelato quotidianamente con ottimi risultati su tutte le piante, in particolari su questa specie e su Syngonanthus sp.
"Belem" narrow leaf.
Tutte le specie di questi generi tendono ad ingiallire subito in carenza di ferro e microelementi.
Riassumo le condizioni della vasca: pH: 6,5 KH: 3,5-4 GH: 8 Conducibilità: circa 450msatura Temperatura: 26-27 °C NO3: 15 mg/l al cambio dell'acqua e metà dose il quarto giorno dopo il cambio, insieme ai fosfati PO4: 2 mg/l come sopra K: circa 24-25 mg/l CO2: 25-30 mg/l Fe: 0,6 mg/l dosati con soluzione di cifo mikrom e ferro chelato quotidianamente Luce: 4x39w T5  865 con riflettori Cambi d'acqua del 50% su 140 litri a settimana.
Da un mese utilizzo anche ormoni vegetali, con ottimi risultati, tratterò questo argomento in un altro post.
  La coltivazione per ora non ha dato nessun problema con questi valori.
La pianta cresce veloce, soprattutto con l'aggiunta degli ormoni.
Propagazione: gli apici sviluppano in loro prossimità nuovi "ciuffi" che poi si accrescono e, una volta allungato il nuovo fusticino ed emesse piccole radici, possono essere staccati e messi a nuova dimora.
Come utilizzo mi sembra ottima sia come pianta a stelo lasciata allungare, visto il suo splendido verde brillante, soprattutto degli apici, sia tenuta bassa in cespugli fitti.
  Un'altra foto che riprende dall'alto: Syngonanthus sp.
"Belem" narrow leaf, Tonina fluviatilis ed Eriocaulon setaceum....
tutte piante davvero uniche a mio avviso, soprattutto per la forma ed il colore verde brillante.
Peccato siano praticamente sconosciute in Italia e poco conosciute anche all'estero, introvabili da ditte produttrici (sono state immesse nel mercato dal Giappone) probabilmente a causa dei costi e difficoltà di coltivazione (non possono essere coltivate emerse).
   

Leggi tutto l'articolo