Esperienze Extracorporee: realtà o allucinazione?

di Ciro ScottoLa separazione dell'anima dal corpo viene associata prevalentemente al concetto definitivo di morte.
Tuttavia, esistono esperienze particolari in cui l'anima di un soggetto può temporaneamente uscire dal proprio involucro materiale, per poi farvi di nuovo ritorno.
Si tratta di esperienze, di cui anche le religioni e le tradizioni di ogni tempo e luogo, riportano notizie nei loro testi sacri e filosofici.Nell'antichità, letterati e filosofi come Socrate, Plotonio, Platone, Plinio e Plutarco ci narrano di esperienze fuori dal corpo.
In particolare, Plotonio afferma di aver vissuto tale esperienza più volte; Platone, invece, nel suo dialogo 'La Repubblica' ricorda l'esperienza extrasomatica di Ero.
Nell'induismo, le 'Upanishad' narrano spesso di grandi iniziati capaci di uscire dal proprio corpo fisico e compiere viaggi verso altri piani di realtà, tramite un secondo corpo immateriale, più "sottile", detto corpo astrale, dal quale si dipartirebbe un cordone che lo terrebbe legato al corpo fisico.
Così come nel libro 'Ecclesiaste' della Bibbia (tradizione giudeo-cristiana), al versetto 12,6, si legge proprio di un "cordone d'argento" che terrebbe unita l'anima al corpo.
I riti di iniziazione al culto di Mitra prevedevano viaggi astrali.
Ancora, nel 'Libro Tibetano dei Morti' si parla di un doppio (detto 'corpo bardo') capace di uscire dal corpo fisico. Nella antica tradizione egizia, invece, ogni uomo possedeva ben quattro anime, di cui una corrispondente al corpo astrale (ba), raffigurata come un uccello dal volto umano.
Inoltre, sia nel Buddismo Mahayana che nell'antica tradizione cinese, si riconosce la capacità di poter provare esperienze extracorporee in seguito a pratiche meditative.
Ed esperienze fuori dal corpo vengono anche riportate da stregoni e sciamani di vari culti tribali.
Ma è soprattutto nella sconfinata letteratura esoterica che il viaggio astrale viene descritto nella sua forma più completa.
All'inizio del XX secolo, movimenti quali la 'Società Teosofica' di Madame Blavatsky e la 'Società Antroposofica' di Rudolf Steiner diffusero al grande pubblico le antiche conoscenze relative a concetti metafisici, fino ad allora gelosamente custoditi da ristretti gruppi esoterici, quali i Rosacroce e la Massoneria, tanto per citarne alcuni tra i più conosciuti.
Negli ultimi anni poi, con la nascita del movimento New Age (successivamente Next Age), il fiorire di numerosi libri sull'argomento e l'avvento di internet, il concetto di esperienza fuori dal corpo o viaggio astrale ha subìto oltre [...]

Leggi tutto l'articolo