Euclide docet...

e poi il gioco di sguardi si complica e nella sua complessità rende fragile le mie carte ora scoperte.
quasi mi avessero colpito alle spalle, quasi se ogni cosa, fin'ora paradigma, avesse preso a girare verso nella direzione meno probabile con un senso di naturalezza che mi sconvolge.
il cellulare quando cade si spenge.
altro paradigma.

Leggi tutto l'articolo