Europee, il quadro politico cambia. La scelta sarà dentro o fuori l'Europa?

Calenda: “Prima unire moderati e Pd, il leader arriverà”
Intervista a Carlo Calenda di Davide Nitrosi – Il Giorno



Siamo Europei sta al Pd come l’Ulivo stava ai Ds?
«No, c’è una differenza fondamentale. Non sono come una volta grandi partiti che si uniscono. Qui c’è il Pd, + Europa, forse Italia in Comune, ma soprattutto bisogna costruire la mobilitazione dei cittadini che sostituisce i partiti che sostenevano l’Ulivo».
È l’unica differenza?
«L’altra è che non ci rivolgiamo solo al centrosinistra ma anche ai tantissimi moderati che hanno anche votato centrodestra e oggi non si ritrovano nello stato di caos permanente in cui i M5S e la Lega hanno condotto il Paese».
Siamo Europei sostituirà il Pd
«No, la parte civica sostituisce la parte moderata e raccoglie chi non ha mai votato il Pd o ha smesso. Il principio ispiratore è che chi non vuole alleanze nazionali con Lega e M5S può aderire. Le elezioni europee sono come quelle del 1948: si decide se restiamo in Occidente e in Euro...

Leggi tutto l'articolo