Ex moglie 'scansafatiche',stop a assegno

(ANSA) – VENEZIA, 9 MAR – Se l’ex moglie è una scansafatiche non ha diritto all’assegno di mantenimento.
E’ la motivazione che ha spinto un giudice di Treviso a negare 1.900 euro al mese che una donna voleva come assegno divorzile ma anche a far interrompere la corresponsione di 1.100 euro che da oltre un anno riceveva dal suo ex marito.
Per il collegio del Tribunale di Treviso (presieduto da una donna) il divario economico tra i due è effettivamente rilevante, ma a concorrervi vi sarebbe anche “l’inerzia” dimostrata dalla donna nel cercare un’occupazione.