F1, Suzuka: monologo Vettel, Alonso: "Ho limitato i danni"

F1, pioggia e incidenti a Suzuka Photostory della gara Obiettivo minimo per la Ferrari a tre gare dalla conclusione del mondiale.
Senza pioggia sono le Red Bull le migliori, Poche storie, anche se il pilota sulla monoposto è Fernando Alonso, il più cinico e capace a fronteggiare la tensione delle aspettative di questa gara.
A Suzuka, Vettel è scattato in pole, come lo scorso anno, ha dominato senza che vi fossero reali antagonisti lasciando che con la medesima tranquillità il suo compagno di squadra si avvicinasse, senza disturbarlo veramente.
Così Webber è secondo dall'inizio alla fine, ma si aggiudica il giro più veloce beffando il compagno di scuderia.
Una bella consolazione che non spetta al terzo classificato, Fernando Alonso.
    Quindi la gara vera, quella da sentirsi sbattere il cuore, si vive dal terzo posto i giù. Il ferrarista si fa infilare da Kubica e Massa che sperona Liuzzi finendo subito sul prato.
Non è un risultato che loda l'impegno del brasiliano, dopo le polemiche in settimana in merito al ruolo di Felipe.
Kubica perde una ruota avvitata male dai meccanici ed è costretto a ritirarsi.
Lo spagnolo si aggiudica il terzo posto dietro alle imprendibili Red Bull e gli altri rimangono a guardare.
Button, Hamilton, Schumacher, Kobayashi, Heidfeld, Barrichello, Buemi seguono così dopo il terzetto.
    Male, su questo circuito, anche Rosberg a cui vola una gomma e Schumacher finisce fuori salutando probabilmente anche la F1 se la Mercedes darà seguito a quanto abbiamo letto pochi giorni fa. A tre prove dalla conclusione del Mondiale, quindi, poco cambia.
Con la vittoria di oggi Vettel aggancia Alonso al secondo posto della classifica generale.
I due sono ora staccati di 14 punti dal dominatore Webber.
    ALONSO E DOMENICALI - "E' stata una gara dura - ha dichiarato Alonso - la mia partenza non è stata felice e poi sono stato fortunato per il ritiro di Kubica.
Sono stato solo per tutta la gara, non avevo pressioni alle spalle, e non era facile avvicinarsi alle Red Bull.
Ma lo sapevamo e il terzo posto era l'obiettivo massimo".
"E' stato un buon week end", continua Alonso che, sulla corsa per il Mondiale ha le idee chiarissime: "Penso che i podi possono essere sufficienti per vincere il titolo".
Stefano Domenicali, uomo Ferrari, si mantiene sulla stessa linea di Alonso: "Siamo arrivati lì - ha detto - non eravamo così lontani dalle Red Bull che in questa gara erano più forti.
Per Fernando Alonso sono punti importanti".
Rammarico, invece, per Felipe Massa uscito malamente: "Peccato [...]

Leggi tutto l'articolo