FABRIZIO CORONA PASSA AL CONTRATTACCO. CE L'HO CON SIMONA VENTURA, DEVE ESSERE PUNITA. E BELEN RINCARA LA DOSE

Era stato accusato di aver preso suo figlio senza il permesso della moglie Nina Moric, impegnata su "L'isola dei famosi".
Ma adesso fabrizio Corona è passato al contrattacco.
Durante la trasmissione "Domenica Cinque" ne ha avute per tutti ed ha accusato soprattutto Simona Ventura: "Forse la notizia è stata fatta uscire dall’avvocato di Nina d’accordo con la signora Simona Ventura.
Carlos era felicissimo, è stato il giorno più bello della sua vita.
Dimenticatevi il Fabrizio Corona che ha fatto tanti casini ma pensate a Fabrizio Corona padre, come se fossi un uomo qualunque.
Non sono stato un buon padre e in alcuni momenti sono mancato nella vita di Carlos, ma, da un anno a questa parte, grazie anche alle persone che mi stanno vicine, ho sistemato molti problemi e sto cercando di recuperare il tempo perduto.
Per quello che successo a causa della mia gita con mio figlio e la mia compagna a Eurodisney, voglio dire che io ce l’ho con tre persone: Simona Ventura, l’avvocato di Nina Moric Daniela Missaglia, che oggi non ha avuto il coraggio di venire qui per fare un faccia a faccia con me, e, infine, la mamma di Nina, anche se con lei ho avuto una conversazione formale ieri.
Una mattina Nina mi ha chiamato e mi ha detto che sarebbe partita per 'L’isola dei famosi': dopo due ore era in volo Carlos, mio figlio, viene lasciato alla nonna materna, ma la nonna non è in possesso di alcun documento di affidamento del bambino.
Mio figlio subisce un lavaggio del cervello da parte della nonna, che lo riempie di bugie dicendogli che il padre è cattivo e bugiardo, che è sbagliato stare col padre e con la fidanzata del padre.
Da quando Nina è partita, non mi hanno fatto vedere mio figlio per 10 giorni e sono andato a casa della nonna con la forza e ho trovato mio figlio che piangeva e diceva di non voler venire con me perché la nonna gli faceva il lavaggio del cervello. Io l’ho portato con me, ha dormito a casa mia, ed è stato felicissimo; la mattina successiva l’ho riportato a casa. Il week end successivo sono andato a prendere il bambino e l’ho portato a casa con me; la nonna non era d’accordo, ma la nonna non può non volere che mio figlio stia con me, perché io ho un atto giudiziarie che mi permette di farlo, se concordato con la madre: ma come potevo concordarlo con la madre? Il sabato successivo vado di nuovo a prendere mio figlio e la nonna non si fa trovare in casa: si era  nascosta nella casa del vicino tenendo il bambino chiuso per 24 ore per non farlo vedere al padre.
 Sono andato più volte a [...]

Leggi tutto l'articolo