FACEBOOK SULLA GRATICOLA

Esplode come uno scandalo, ma scandalo non è! E' evidente che i "social" abbiano obiettivi di raccolta dati e statistiche.Le ricerche di mercato hanno rappresentato per molti anni una esigenza per le imprese commerciali.
Testare in anticipo il gradimento di un "prodotto" da parte della potenziale clientela, tramite la definizione del "target" della "segmentazione" e del "posizionamento", era di priorità assoluta.
Con l'imporsi delle piattaforme social, il tutto è diventato più semplice, rapido ed economico.
La pubblicità, le inserzioni sponsorizzate ed i "like" conseguenti, non ci vengono estorti! Personalmente provvedo ad eliminare senza rispondere, non prestandomi al gioco.
Se facebook sia realmente in grado di condizionare il gradimento e l'orientamento politico, sarebbe da provare.
Sicuramente le "false notizie" sulle quali non esiste un controllo, causano danni maggiori, sfruttando la superficialità e l'ignoranza dei distratti frequentatori.
A mia figlia solevo dire: La TV non...

Leggi tutto l'articolo