FEDE & TRASPORTI

Roma, il volto di Papa Francesco su un milione di biglietti del bus Iniziativa dell'Atac in omaggio al Pontefice.
Alemanno: «Speriamo vada in metrò come faceva a Buenos Aires».
Papa Francesco che saluta la folla dal balcone di San Pietro nel giorno della sua elezione: questa l'immagine che l’Atac farà stampare su un milione di biglietti del trasporto pubblico di Roma, per celebrare l'arrivo del nuovo Pontefice.
I nuovi Bit (Biglietto integrato a tempo, cioè per capirci quelli da €1,50) con l'immagine di Papa Francesco saranno in vendita, in edizione limitata, a partire da oggi 27 marzo nelle biglietterie Atac presenti in metropolitana, in quelle mobili dedicate all'iniziativa e dislocate lungo i flussi principali della mobilità cittadina, nei punti vendita della rete indiretta (tabaccherie, edicole, ecc.) di cui 200 nel centro di Roma.
IN VENDITA - I negozi forniti saranno riconoscibili da locandine raffiguranti l'immagine del Bit dedicato a Papa Francesco.
«Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa - dichiara l'amministratore delegato di Atac, Roberto Diacetti - che segue idealmente quella simile che abbiamo messo in campo per la beatificazione di Giovanni Paolo II.
Siamo molto grati al Vicariato, che ha accettato la nostra proposta, e speriamo in futuro di individuare altre forme di collaborazione altrettanto soddisfacenti».
Per il sindaco della capitale, Gianni Alemanno, «la bella iniziativa dell'Atac vuole essere un modo per salutare il nuovo Pontefice e dargli il benvenuto a Roma.
Ci auguriamo - ha detto il primo cittadino - che Papa Bergoglio, il quale a Buenos Aires era solito spostarsi in metropolitana, faccia lo stesso anche nella nostra città».
    p.s….Caro Alemanno, beato te…Adesso da Papa sarà difficile vederselo in metropolitana…anche perché noi romani sicuramente l’avremo pure visto, negli anni passati, in giro sulla metro, scendere ad Ottaviano quando ancora era cardinale…Solo che…e chi lo sapeva che quel “pretino” sarebbe diventato un giorno papa Francesco… Personalmente, non vorrei sbagliarmi, ma anni fa ebbi modo di incrociarmi con lui nei pressi di S.Pietro…mi colpì il fatto che questo “semplice prete”, bello caruccio si avvicinò all’ingresso del Petriano, vicino al Palazzo del Sant'Ufficio, dove per capirci ci sono le guardie svizzere, che stavano già per dargli l’alto là, e lui sicuro e sorridente dalla tasca della sua giacca talare tirò fuori lo zuccotto da cardinale.
Le guardie svizzere subito sugli attenti, per subito dopo, guardandosi [...]

Leggi tutto l'articolo