FERROVECCHIO A MESSINA CON IL FURGONE BIANCO E LE LUCI BLU

Arrivano a Messina che è già buio, il loro furgone bianco si ferma davanti al Clan Off Teatro, scende un tizio bassino che apre il portellone posteriore, e dall’interno del furgone una luce blu si diffonde in tutta via Trento fino all’incrocio con la Via La Farina, sembra la scena di un film di Natale o di fantascienza, invece no, è solo la Compagnia Ferracane – Marino che è arrivata in città.
All’interno del furgone stavano gli oggetti di scena, i “Ferrivecchi”, illuminati di blu avevano un aspetto distopico, futurista, il vecchio pezzo arrugginito di un’epoca lontana in un futuro tecnologico, era arte contemporanea quella che osservavo, realizzata, forse inconsciamente, con pochi euro da Liborio, l’attrezzista di compagnia; Ogni compagnia teatrale che si rispetti deve avere un attrezzista come Liborio, per esempio nella compagnia Scimone-Sframeli, c’è Santo, non so' fino a che punto sono simili Santo e Liborio, ma sicuramente senza di loro non ci sarebbe il Teatro e non ci sarebbe u...

Leggi tutto l'articolo