FESTA DEL PAP

 Passano i cieli insieme agli anni respirati e colmi della nostra vita che modella in noi sguardi di felicità e nasconde ai nostri cuori la tristezza della morte.
Abbiamo goduto dei nostri giorni cadenti e felici spingendo in alto fino all'ultimo istante quel che in noi era il semplice vivere donare amore anche a chi non voleva.
In quest'oggi di te mi pesa la tua assenza ora vedo che il mio sapere il verso d'amore non avevano valore tu eri libero nel dare e avere schietto e spumeggiante più del mare disponibile e servo di ogni richiesta amabile più del vino che addolcisce gli affanni.
Tu eri il sole e io solo un'ombra nascosta tra la gente.
Stamane ti ho pianto ho sentito in un abbraccio il tuo calore la tua presenza sono lacrime versate insieme a chi ti ha conosciuto e amato ma io ero tuo padre e sono tuo padre .
Ultimo amico e figlio in questi brevi versi d'amore confesso il mio niente la mia nullità ti ringrazio per gli anni vissuti nel disegno divino tu prima di me eri già luce d'a...

Leggi tutto l'articolo