FESTIVAL DI SANREMO: una manifestazione per ipnotizzare le masse.

Premetto che amo la musica, le canzoni, i veri interpreti della musica e delle canzoni. La musica spesso e volentieri mi emoziona, mi commuove, mi impressiona, e in certi momenti mi rianima.
Mi chiedo, però, come ancora una tale manifestazione qual è quella del Festival di Sanremo di oggi, possa ipnotizzare le masse di italiani.

Mi chiedo, ancora, se queste masse di italiani non siano, sotto qualche aspetto, lo specchio rovesciato di quelle masse che si fanno fanatizzare da un dittatore.
C’è, alla base, a mio avviso, una strumentalizzazione di uno stesso fenomeno: l’incultura. Con una differenza, oggi, sotto certi aspetti, in peggio.
Oggi, al Festival di Sanremo, il padrone, o meglio il “dominus”, non è un qualche dittatore, contro cui, almeno, si potrebbe lottare, opporsi o rovesciarlo, ma è il solito meccanismo invisibile, inarrestabile, anonimo che ha le sue origini nel libero mercato, nel sistema dei mass media, nella propaganda, nell’audience e nel consenso.
Viene il sospett...

Leggi tutto l'articolo