FIESTA!

Mio "suocero" ci ha provato a farmi impazzire.
Ci si era messo proprio d'impegno, ma ah ah! Fregato! Sono state settimane di urla, pianti, bestemmie, minacce di andarsene da casa, minacce di rispedire a casa il CdM, minacce di cui non si può parlare e voglia incredibile di precipitare di nuovo nel baratro della dipendenza da barrette Kinder, ma ho resistito stoicamente.
Mio caro "suocero", non mi avrai! Il 16 dicembre il CdM, vinto da una congiunzione astrale piuttosto sfavorevole (mettiamola così), ha distrutto la sua Opel Corsa provando a pattinare sul ghiaccio con le gomme di tre giorni e finendo per abbracciare il muro di cinta di una casa del vicinato.
Come si poteva immaginare, l'urto è stato minimo, ma tale da provocare il maggior numero di danni possibili e di nuovo confermarci che al mondo non dobbiamo farci mancare proprio nulla.
Il giorno dopo avevamo già avuto la disponibilità di un prestito da SuperNonna del CdM, dunque si trattava soltanto di scegliere un mezzo.
Ancora ignari di non avere più un lavoro, abbiamo fatto trascorrere tutte le vacanze di Natale e poi, scoprendo che a quel punto eravamo disoccupati entrambi, abbiamo pensato che eravamo effettivamente coperti di un mare di liquami caldi.
Come si cerca un lavoro senza essere automuniti, quando la tua abitazione dista una decina di km dai centri principali? Ma soprattutto, nel momento in cui lo si trova, come si fa a raggiungere il posto di lavoro se la zona di domicilio è sprovvista di mezzi pubblici che vanno in quella direzione? L'immagine della SuperNonna lampeggiava nelle nostre menti con sempre più insistenza.
L'errore fatale è stato chiedere consiglio a mio "suocero", il quale non conosce la parola consiglio.
Nel suo vocabolario, alla voce consiglio si legge: "totale presa in carico del problema".
Avevamo già visto qualche auto in zona quando ha preso in mano la situazione.
Piccolo dettaglio non trascurabile: mio "suocero" ha la folle abitudine di comprare, distruggere e rivendere auto ad un ritmo sconcertante.
Step 1: il "suocero" viene in romagna per constatare le reali condizioni dell'Opel Corsa.
L'appuntamento viene rimandato all'ultimo talmente tante volte che la Aus ne ha già le scatole piene.
Step 2: il "suocero" decide di ripararla, ma la lascia in Romagna.
Si prenderà qualche giorno per pensarci.
Step 3: il "suocero" ha pensato di andare a vedere qualche auto in giro e ne ha trovata una usata che fa al caso del CdM, ma senza garanzia.
Il CdM riferisce alla Aus, che sibila come un serpente a sonagli.
Step 4: il "suocero" [...]

Leggi tutto l'articolo