FITTHC: "Salva la salute dei lavoratori"

NEWS La difesa della salute vince sul "look vintage" La Federazione internazionale dei lavoratori del tessile, dell’abbigliamento e del cuoio (FITTHC) ha accolto positivamente l’annuncio di Levis e H&M di eliminare la sabbiatura nella produzione mondiale di jeans.
"E’ la giusta decisione, per proteggere la salute dei lavoratori.
H&M e Levis – tra i leaders mondiali di jeans -  indicano qual è la giusta strada da percorrere in questo campo adottando un comportamento socialmente responsabile" ha dichiarato Patrick Itschert, segretario generale della FITTHC.
La posizione dei fabbricanti coincide con il pressante appello della FITTHC, lanciato due anni fa, di eliminare dappertutto nel mondo l’utilizzo della silice cristallina nella sabbiatura dei capi di abbigliamento.
Da allora la Federazione internazionale conduce una campagna di sensibilizzazione sui rischi mortali di questo processo che consiste nello spruzzo di sabbia con aria compressa con un effetto abrasivo del jeans.
Il risultato è di un tessuto più morbido e con un look vintage di tendenza.
Studi scientifici hanno dimostrato il nesso tragico tra sabbiatura e silicosi, una delle peggiori malattie polmonari.
Solo in Turchia, dal 2005 ad oggi più di 50 lavoratori sono morti a causa di questa malattia incurabile, contratta nelle fabbriche di jeans.
La campagna, organizzata dai lavoratori, i loro sindacati, medici specializzati e organizzazioni della società civile, ha portato il governo turco ad aprile 2009 ad approvare una legge che proibisce questa tecnica.
Purtroppo, dopo questa legge, molti produttori hanno semplicemente trasferito la fabbricazione in altri paesi dove vige una legislazione meno restrittiva, come l’Egitto, la Cina, il Bangladesh, il Pakistan ed altri.

Leggi tutto l'articolo