FLASH, IL TOPO CHE IN TEMA DI FURBIZIA NON E' SECONDO A NESSUNO.

Flash, il topolino ospite in casa nostra, si sta burlando di noi.
©   Era tutto scritto fin dal primo momento.
Il topolino aveva subito dato dimostrazione di grandi capacità, non solo atletiche ma anche  e soprattutto caratteriali, legati probabilmente a una “intelligenza” superiore.
Dobbiamo ammettere che, trovandoci per la prima volta ad affrontare un topolino comune nato allo stato libero e quindi non facilmente avvicinabile rispetto ai suoi simili nati in cattività, abbiamo peccato di superficialità a e faciloneria.
Mi spiego.
Avendo da anni avuto l’opportunità di avvicinare diversi tipi di animali selvatici, anche se per breve tempo, come: donnole, scoiattoli, rettili, naturalmente topi, lucertole, uccelli, orbettini tutti animaletti portati in casa dai gatti che arrivano spesso vivi, c’eravamo illusi di avere buon gioco anche di questo topolino.
Forse sarà dipeso da dove il gattone l’ha mollato, cioè in sala da bagno, sta di fatto che il furbastro si è ormai impossessato del locale e non sembra volerlo abbandonare.
A riprova di ciò va detto che per ben tre volte e per un tempo piuttosto lungo abbiamo lasciato aperta la porta del locale.
Il topo, forse per la paura dei gatti che, comunque, stante il caldo di questo periodo, preferiscono nascondersi sotto i cespugli che si trovano nel giardino, non ha abbandonato il suo rifugio.
Non essendo un etologo e non comprendendo totalmente il comportamento degli animali, devo dedurre che Flash ha definitivamente eletto, quale domicilio definitivo, la sala da bagno di casa nostra? Non ci posso credere.
Viene spontaneo chiedersi se non soffra di solitudine sapendo che in genere i topi della sua specie amano vivere in comunità, o forse non è vero.
Tuttavia, nella situazione data, per esempio, il topo indipendentemente dal sesso, non potrà riprodursi.
Quindi, questa situazione non appare normale, giacché l’unica funzione che la natura a loro assegnato, sembra proprio, quasi esclusivamente questa.
E’ ovvio che, da come si è creata la situazione di cui sto raccontando, appare anomala, per effetto dei diversi fattori che hanno concorso a renderla tale, quali: ·         il topo si è fatto prendere dal gatto; ·         il gatto non ha portato a termine, per fortuna del topo, la sua attività di cacciatore; ·         il naturale decorso della vicenda è stato deviato dalla nostra azione.
Inoltre, la nostra inclinazione di esseri umani nel cercare di proteggere i più deboli, ha fatto si che ci prendessimo cura del topo ritenuto [...]

Leggi tutto l'articolo