FORMULA 1: VETTEL VINCE ED E' CAMPIONE DEL MONDO!

Il tedesco Sebastian Vettel, 23 anni, è il nuovo campione del mondo della massima categoria riservate alle vetture a ruote scoperte, ovvero la Formula 1.
Il pilota della RedBull motorizzata Renault ha condotto con maturità ed autorità l' ultima gara in programma sul circuito cittadino/portuale di Abu Dabhi e ha vinto anche grazie ad una scelta poco fortunata del box Ferrari.
Gli uomini di Maranello infatti, anticipando fortemente il pit stop di Alonso, speravano di rimandare in pista Fernando fuori dal traffico delle vetture più lente, purtroppo è successo esattamente l' opposto e Fernando si è ritrovato dietro a Petrov (ironia del destino su Renault) e nonostante i numerosi tentativi di sorpasso (alcuni di grande corraggio, ammettiamo) li è rimasto tutta la gara.
Non si tratta di un errore del box Ferrari quanto piuttosto di un tentativo estremo di portare a casa un mondiale complicato ed insperato sino a poche gare fa.
Quando si fanno scelte estreme l' errore a volte è una logica conseguenza e il successo una variabile fortuita (altrimenti non sarebbero scelte estreme...no?).
Rimane l' amarezza per un titolo sfumato.
Vettel è anche il più giovane campione del mondo di sempre.
Sebastian ha meritato il titolo e questo è fuori discussione, ha sbagliato tanto è vero, ma tutti i campioni prima di diventare "miti" hanno commesso tanti errori! Parte del merito va al team RedBull capace di crescere e mettere a proprio agio un giovane dal carattere non sempre "facile".
Capace di regolare i rapporti spesso tesi fra Webber e Sebastian scegliendo, con merito (ma anche tanto rischio) di favorire il più giovane fra i due.
Io penso che ogni commento sia superfluo ora come ora.
Anche se qualche riga la voglio dedicare al circuito cittadino/portuale di Abu Dabhi.
Bellissimo dal punto di vista estetico (ma qui la mia domanda è sempre la solita: sono corse o mostre d' arte?...le cose belle lasciamole alla vista di ricchi snob con la puzza sotto al naso...) ma poco spettacolare per via del suo disegno che mortifica ogni tipo di sorpasso (come Alonso ben sa...).
Se bisogna andare a correre in questi posti (per via di rapporti politico/economici da tenere o rafforzare) che si faccia nel rispetto dello sport che si ospita e non dell' estetica...Certi circuiti vanno bene per i videogiochi da consolle e i cartoni animati di corse giapponesi degli anni '60 (come Go Mach 5.
ricordate?).

Leggi tutto l'articolo