FRANZ VON BAADER, OPERE E PENSIERO

di Mike Plato
Il filosofo tedesco Franz von Baader, considerato il più grande teosofo cristiano, viene sospeso dall’insegnamento universitario per le sue tesi ecclesiologiche, dopo aver preso la cattedra di professore onorario nel 1826.
Le sue tesi iniziano a far discutere in ambienti ecclesiastici e non.
Membro di spicco della Rosacroce trasversale, esempio di un illuminato la cui speculazione riguardava l’occulto e la metastoria, e di filosofo troppo poco considerato, Baader si ergeva come un pari, e probabilmente anche come superiore rispetto ai suoi più noti colleghi filosofi contemporanei, molti dei quali erano intimoriti dalla sua cultura, e dalla sua capacità di unire scienza e religione.
Schelling narra di aver avuto un ripensamento del suo modello dopo aver discusso con Baader, il quale introduce lo stesso Schelling a Jacob Bohme e Hegel a Eckart.
Alcune delle sue idee saranno riprese da Goethe, A.W.
Schlegel, Kierkegaard, Nikolai Berdyaev, Clemens Brentano, Franz Brentano, e...

Leggi tutto l'articolo