FREE NEWS/ lasciate in edicola i quotidiani

In questi giorni si è parlato dei festeggiamenti del Popolo della Libertà.
Si sono sentite tante di quelle cazzate che sommando i primi cinque paesi del mondo non arriverebbero neanche ad un quarto.
Fini un anno e mezzo fa (esattamente novembre 2007) aveva detto che di Berlusconi non ne voleva piu sapere.
Ho sentito Giorgia Meloni (e Fini)tirar fuori Paolo Borsellino.Ma stiamo scherzando?!? Il leader ha avuto  a che fare con gente che ha progettato la strage e loro tirano fuori Borsellino? Per non parlare delle solite palle sul dialogo con l'opposizione.Fanno quello che vogliono,quando l'opposizione, o meglio Di Pietro (è l'unico che la fà) propone qualcosa di serio, lo mandano affanculo definendolo giustizialista.
Addirittura vogliono più potere per il Premier.
Ah si? Perchè non ne ha abbastanza? La più famosa era sicuramente quella di Licio Gelli ,ma di P2 ce ne sono tante, anzi non è mai morta.
da www.voglioscendere.it I NUOVI PADRI DELLA PATRIA (di Marco Travaglio -Passaparola) Buongiorno a tutti.
Non per guastare la festa a questa bella incoronazione imperiale del leader del popolo delle libertà che, come avete visto, a sorpresa è stato eletto primo, unico, ultimo imperatore del partito che aveva fondato sul predellino di una macchina e che quando l'aveva fondato Gianfranco Fini l'aveva subito fulminato dicendo: “siamo alla comica finale, noi non entreremo mai nel Popolo della Libertà e Berlusconi non tornerà mai più a Palazzo Chigi con i voti di Alleanza Nazionale”.
E quando qualcuno gli aveva chiesto “Possibilità che AN rientri all'ovile?”, risposta di Fini: “Noi non dobbiamo tornare all'ovile perché non siamo pecore”.
Poi come avete visto sono tornati all'ovile quindi ne dobbiamo concludere che sono pecore o pecoroni.
Ecco, non è per guastare il clima idilliaco anche perché avete visto che sono talmente uniti che su 6000 delegati non se n'è trovato uno che votasse per un altro candidato; potevano pagarne uno almeno per votare per un altro candidato almeno facevano finta di averne due, invece no.
E' stata proprio una cosa unanime che ha molto commosso il Cavaliere che non se l'aspettava: avete visto l'emozione con cui ha scoperto di essere stato eletto leader in quei congressi che proprio all'ultimo momento ti riservano questo colpo di scena finale.
Chi l'avrebbe mai detto.
Ma diciamo che questo stava nelle cose.
La cosa interessante è che a poco a poco si cominciano, con quindici anni di ritardo, a vedere i nomi e i cognomi dei veri padri fondatori di quest'avventura che adesso si [...]

Leggi tutto l'articolo