FUORI DAI PIEDI !

FUORI DAI PIEDI ! LA NOTIZIA E' ORMAI ARCINOTA.
IL MINISTRO  DEL LAVORO HA PRONUNCIATO DELLE FRASI INQUALIFICABILI.
ALCUNI HANNO CHIESTO LE SUE DIMISSIONI.
IL SUO PARTITO, IL P.D., HA FATTO QUADRATO.
EGLI HA CHIARITO IL SUO PENSIERO (?) E SEMBRA CHE ABBIA CHIESTO SCUSA.
PERCHE', ALLORA, IO STAMANE, A QUEST'ORA, SENTO IL DOVERE DI DIRE ANCHE LA MIA ? LA RAGIONE E' QUESTA: SONO CONVINTO CHE LE DICHIARAZIONI DEL MINISTRO CORRISPONDANO ALLE SUE IDEE.
TALI ESPRESSIONI NON POSSONO ESSERE FRUTTO DI CASUALITA'; NON ESCONO DALLA BOCCA SENZA CHE IL CERVELLO ABBIA AVUTO UN RUOLO.
PER QUESTO NON SONO SUFFICIENTI LE SCUSE.
E NON LO SONO ANCHE PERCHE' LUI E' UN MINISTRO DELLA REPUBBLICA DEMOCRATICA.
SI PROPRIO DEMOCRATICA, FINO A CHE NON SARA' CAMBIATO L'ART.
1.
MOLTI GIOVANI, MINISTRO, LASCIANO L'ITALIA PERCHE' NON TROVANO LAVORO, VISTO CHE IL SUO GOVERNO (IL PRECEDENTE, CHE E' QUASI LO STESSO DI QUESTO IN CARICA) NON HA AFFRONTATO IL PROBLEMA DELL'INCOMPATIBILITA' TRA LE DIVERSE ATTIVITA' LAVORATIVE.
LE FACCIO UN BELL'ESEMPIO: MIA FIGLIA, CON 100 AL LICEO CLASSICO; LAUREATA CON 110 E LODE; CON UN DOTTORATO DI RICERCA, QUALCHE CORSO DI PERFEZIONAMENTO, E CON L'ABILITAZIONE PROFESSIONALE, HA PRESENTATO LA DOMANDA PER IL CONCORSO A GIUDICE TRIBUTARIO BANDITO DAL SUO COLLEGA (IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA, ANCH'EGLI SOLO DIPLOMATO).
IL BANDO DAVA PREFERENZA AI PROFESSORI ORDINARI DI MATERIE GIURIDICHE, AI MAGISTRATI, AI DIRIGENTI, ECC.- E COSI' LEI (E CREDO TANTI ALTRI COME LEI) E' RIMASTA A PIEDI.
IN UN PAESE SERIO A QUEI PRIVILEGIATI "PREFERITI" SI SAREBBE CHIESTO DI LASCIARE UNO DEI DUE IMPIEGHI.
NELL'ITALIA, INVECE, ORA GOVERNATA DAL P.D., QUESTO NON ACCADE, E MIA FIGLIA HA INOLTRATO DOMANDA PER ANDARE ALL'ESTERO (PERALTRO CONOSCE BENE SIA L'INGLESE CHE IL FRANCESE).
E' CONTENTO DI TOGLIERSI DAI PIEDI ANCHE MIA FIGLIA ? IO, A DIRE IL VERO, MI TOGLIEREI VOLENTIERI DI TORNO UN MINISTRO COME LEI (E ANCHE IL SUO COLLEGA DIPLOMATO). 

Leggi tutto l'articolo