Fabbrica bombe, mobilitazione a Roma

(ANSA) – CAGLIARI, 29 GEN – Continua la mobilitazione contro la produzione e l’esportazione di bombe fabbricate in Sardegna.
Il problema è sempre lo stesso: gli eco-pacifisti chiedono la riconversione dello stabilimento Rwm di Domusnovas, nel Sulcis.
Con un duplice fine: dire basta ordigni bellici e salvare i posti di lavoro.
Sardegna Pulita ha preso parte all’incontro promosso da numerose associazioni impegnate sul tema della pace e dei diritti umani nella sala del Carroccio del Campidoglio.
Obiettivo: sensibilizzare il Consiglio Comunale di Roma affinché approvi una deliberazione che possa convincere il governo italiano a fermare la guerra dell’Arabia Saudita contro lo Yemen.
Sardegna Pulita ha colto l’occasione per invitare i partecipanti ad una azione dimostrativa davanti al Ministero degli Esteri: nel mirino l’Unita’ per le autorizzazioni dei materiali di armamento.