Fabrizio Corona confessa: "La droga è stata la mia rovina"

Fabrizio Corona ha deciso di metersi completamente a nudo e raccontare gli aspetti più segreti, e difficili, della sua vita.  «Ragazzi non drogatevi, io mi sono rovinato la vita.
Se uno la prova all'inizio deve avere la forza di fermarsi per uscirne.
È normale quando hai quei ritmi di vita come i miei prima dell'arresto.
Ammetterlo è stato difficilissimo.
Ma poi capisci che se tiri fuori le tue debolezze, questo ti aiuta a riscattarti.
Ho avuto la fortuna di avere un assistente sociale che mi ha fatto diventare una persona migliore».  Fabrizio Corona, uscito dal carcere, torna in televisione dopo anni di assenza e si confessa nella prima puntata del terzo ciclo del 'Maurizio Costanzo Show', in onda da maggio su Rete 4 con il ritorno del mini-format 'Uno contro tuttì, a lungo terreno di scontri al vetriolo diventati dei piccoli cult.  E sottolinea: «Non sono invidiabile, non ho libertà».
Rispondendo alle domande di 13 ospiti (tra cui Vittorio Feltri, Gianluca Nuzzi, Enrica Bonaccorti, Paolo Graldi, Antonella Borallevi Giuseppe Guastalla, Carmelo Abbate, Alessandro Cecchi Paone) l'ex re dei paparazzi, dal volto tumefatto, elegantissimo, camicia bianca, completo blu cravatta in tono, ha parlato del suo «percorso di riabilitazione e di cura terapeutica» che l'ha reso una persona diversa alla ricerca di un modo per ricostruirsi.
Dopo 1231 giorni di silenzio e 3 anni e 3 mesi di carcere Corona fa notare «ho imparato a difendermi da me stesso e a credere nelle istituzioni».
«Ho un residuo di pena di 5 anni, sono in affidamento e questo è avvenuto senza regalarmi niente, perché lo prevede la legge».

Leggi tutto l'articolo