Falling rain - piccoli sogni di cristallo

Sono splendide stelle che nascono per caso nella mente degli uomini.
Brocche di rosso ferrico che richiedono attenzioni cesellate in oro e argento.
Splendide architteture che vuoi donare e proteggere.
Sono piccole cose che rendono grande la vita.
Ma come le monete di Efesto hanno due facce.
Nessuno da quella lastra di vetro che emana luce ti ha detto che dentro hanno la pazzia di Giano.
Tutto ti e' detto e' facile, regalato e ora dentro le ballerine.
Cosi' quel sogno ti fa' addormentare sul divano, senza piu' forza, nemmeno quella, per dire perche' continui a spendere lacrime perdute in sale buie da dove si esce solo con un foglio in carta tra le mani.
Il mondo che corre fabbrica cattedrali di ferro e vetro dove tutto cio' che deve essere deciso sara' rimandato a domani perche' oggi la situazione non puo' ancora essere analizzata con cura, non oggi , ogni giorno lo ripetono.
Piu' grandi sono i cieli che scrutano, piu' importanti i compiti a cui sono chiamati.
Loro a cui e' affidata la protezione dell' artigiano.
Intanto Il tempo che scivola tra le mani sembra darti torto, ogni scheggia che riesci con il sudore della fronte a staccare e a pagare, sempre piu' del dovuto, e' piccola e non riesce a dare vita a quel sogno.
Si discioglie prima di diventare brocca oppure la scambi con cibo e acqua.
Ma quel sogno non se ne va' rimane attaccato alle dita.
Ancora giorni e notti che piagano le mani, che ti lasciano l' amaro in bocca, che lasciano gli amici muti e viventi solo nel ricordo, Alla fine anche le ombre chiedono il perche', anche loro cantano come Baschee nel vento.
Solo l' anima ancora sostiene.
Eppure se solo quel piccolo sogno nascesse, se la tua meta' d' anima potesse avere cio' che gli e' dovuto, se potessi chiudere gli occhi senza passarti le mani nei capelli avendo quel brivido freddo sulla schiena al pensiero che oggi e' il trenta e il dieci e' davvero troppo lontano , se solo potessi pensare sorridendo al domani delle luci che hai generato e che ti illuminano solo con un sorriso allora ti sentiresti completo, e il resto non avrebbe alcuna importanza.
Per quei piccoli sogni di cristallo ogni giorno qualcuno cade.
Urlando al cielo ancora: " Te, guarda come muore un uomo".
Con orgoglio, perche' comprendi che non e' quel sogno a renderti grande, ma tu lo sei,perche' hai provato a realizzarlo.
(P.)

Leggi tutto l'articolo