Fare l'amore per dovere o per piacere?

Nei momenti di crisi o di fronte a un disagio della sessualità possiamo essere interessate a farci delle domande o a ricercare una consultazione sessuologia che ci permetta di valutare, con un esperto, quali potrebbero essere le cause di una difficoltà nostra e/ o del partner.
Comprendere il problema - Il primo elemento da considerare è capire di quale problema si tratta e potrebbe essere che stiamo attraversando una crisi del desiderio e dell'eccitazione, non riusciamo a raggiungere l'orgasmo, potremmo soffrire di una sensazione di fatica nel momento in cui riceviamo una proposta sessuale, provare disagio alla nudità, al bacio, ad essere toccate nelle zone erogene.
Questione di feeling - Potremmo scoprire di sentire nella mente fantasie negative che si esprimono durante o all'inizio della sessualità, avvertire una interruzione dell'eccitazione mentre siamo all'interno dell'incontro per l'insorgere dei problemi relativi alla vita familiare, sociale, al lavoro.
La sensazione di noia, abitudine, la poca creatività del partner, la mancanza di corteggiamento, un modo poco esperto di essere toccate, possono rappresentare altri elementi da prendere in considerazione.
Ricordi buoni e cattivi - Il primo problema che dobbiamo portare alla nostra attenzione è se abbiamo mai avuto una buona sessualità, in che periodo questo accadeva con il nostro partner attuale o se, al contrario il ricordo o l'esperienza di una buona sessualità sono legati ad altri uomini con cui abbiamo avuto storie e/o esperienze sessuali.
In ambedue i casi sarà importante valutare quali comportamenti, circostanze erano in grado di accendere il nostro erotismo e la nostra sensualità.
Attenzione ai sintomi sessuali - Rileggere circostanze e modalità che ci permettevano di essere accese servirà a fornirci informazioni utili su quello che manca sia a livello del come, dove, quando, sia rispetto alla creazione per noi di una diversa cura dell'incontro sessuale.
I nostri sintomi sessuali possono essere infatti personali o relazionali, essere stati presenti da sempre e con partner diversi o essere insorti in particolari circostanze e di fronte ad atteggiamenti particolari.
Valutare gli elementi di disturbo - È sempre una buona regola, se fino a quel momento la nostra sessualità è stata funzionante, cercare di valutare gli elementi di disagio generali come lo stress legato a particolari condizioni di lavoro o familiari, una ostilità con il nostro partner per motivi ripetuti o per un suo disinteresse rispetto ai problemi familiari e nella gestione dei [...]

Leggi tutto l'articolo