Fecondazione in vitro FIVET come si svolge?

La Fecondazione in vitro ovvero la FIVET è una tecnica che ha rivoluzionato l'approccio al trattamento della sterilità femminile.
L'ovulo materno e gli spermatozoi paterni vengono fatti incontrare all'interno di una provetta; poi, a fecondazione avvenuta, l'ovulo viene rinserito nell'utero dove può cominciare  a svilupparsi normalmente.
Come pratica è molto complessa e in genere va ripetuta diverse volte prima di ottenere la gravidanza: la percentuale è in media del 15-20%.
Come si svolge la fecondazione in vitro Per prima vengono fatti maturare degli ovuli con dei farmaci, quando un complesso sistema di controlli avverte i medici che sono maturi, questi ovuli vengono prelevati dal corpo materno attraverso un tubicino che permette di raggiungere direttamente l'ovaio: i singoli follicoli vengono punti e il contenuto, che è appunto l'ovulo viene aspirato attraverso un apposito tubicino.  Poi ogni singolo ovulo viene messo in provetta e portato alle condizioni ottimaoli per la fecondazione.
Nel frattempo anche lo sperma paterno è stato preparato in modo da ottenere spermatozoi con il massimo della vitalità.
Gli ovuli e gli spermatozoi cosi predisposti vengono messi in contatto all'interno della provetta: dopo alcune ore si può capire se la fecondazione è avvenuta, cioè se l'ovulo comincia a dividersi e a moltiplicarsi.
Se l'operazione ha avuto successo, dopo 48 ore gli ovuli fecondati vengono rinseiti nell'utero materno attraverso una sottile sonda di plastica inserita nella vagina.
Se almeno un ovulo attecchisce (e questo è l'ostacolo piu grosso), la gravidanza può continuare tranquillamente come se tutto si fosse svolto in maniera naturale.

Leggi tutto l'articolo