Fenomeno baby gang, Gaetano massacrato come Arturo alla stazione della metro senza un perchè

Il fenomeno delle baby gang aumenta sempre di più, Gaetano 15 anni massacrato come Arturo alla stazione della metro 1 di Napoli "Chiaiano", senza un perchè da suoi coetanei, preso a calci e pugni, nell'indifferenza completa dei passanti, nessuno li ha aiutati.
Gaetano vive a Melito in provincia di Napoli, era insieme a 2 cugini  "Simone e Alessio", erano scesi alla stazione "Chiaiano" per raggiungere la fermata dell'autobus, dovevano andare a Qualiano, comune in provincia di Napoli, per raggiungere amici. E all'improvviso è spuntato un branco di ragazzi che li strattonava, hanno iniziato a prenderli a calci.
Simone e Alessio sono riusciti a scappare e rifugiarsi in un bar, Gaetano rimane solo e non riesce a capire cosa stava accadendo, sono una quindicina di ragazzi, non riusciva a reagire alle loro minacce, cade a terra e loro continuano a prenderlo a calci e pugni.
Gaetano riesce ad alzarsi, ma con un dolore lancinante all'addome, riesce a divincolarsi dai ragazzini e scappa nella...

Leggi tutto l'articolo