Fermato de Villepin, l'arcinemico di Sarkozy

FRANCIA.
Inchiesta Relais & Châteaux, accusato di intercettazioni illegali.PARIGI - Dalle prime ore della mattina L'ex premier e ministro degli Esteri francese Dominique de Villepin è trattenuto in stato di fermo in una caserma della gendarmerie del 16° arrondissement, a Parigi.
L'acerrimo nemico di Sarkozy è coinvolto nell'inchiesta sulle fatture false della catena alberghiera Relais & Châteaux.INTERROGATORIO - L'ex premier, come spiega Le Monde.fr, era stato convocato per dare spiegazioni sul suo ruolo (rivelato dal quotidiano Le Monde il sette dicembre 2011) in una vicenda di corruzione e truffa.
Il giudice di Strasburgo, Jean Baptiste Poli, e la gendarmeria stanno indagando, in particolare, su un sistema di fatture gonfiate che coinvolge Regis Bulot, che fino al gennaio 2006 è stato presidente dell'associazione Relais & Chateaux.
Incarcerato dal novembre del 2011 per truffa, è sospettato di aver creato un sistema di commissioni occulte per la stampa della guida annuale di Relais & Chateaux.
Bulot è uno dei migliori amici di Villepin.
I rapporti tra i due uomini sono al cuore delle indagini.
La truffa ammonterebbe a 1,6 milioni di euro.
Alcune intercettazioni telefoniche sembrano indicare che Dominique de Villepin avrebbe interferito con l'inchiesta per evitare guai giudiziari all'amico.
Redazione Online

Leggi tutto l'articolo