Ferragosto al supermarket

Vado diritto al nocciolo della questione: è aberrante costringere le persone a lavorare nei giorni di festa.Ieri ed oggi ho seguito telegiornali nazionali e locali che mandavano in onda servizi relativi ai supermercati aperti a ferragosto, infarciti con qualche intervista.
Ora, finché ci saranno persone che andranno a fare la spesa il 15 agosto, i proprietari dei supermercati potranno dire di avere avuto ragione sul fatto di rimanere aperti.Ma, dico io, è proprio necessario andare a fare la spesa il 15 agosto? Non puoi andarla a fare il 14 o il 16? No, proprio a ferragosto, rompendo le palle a quelle povere cassiere che magari hanno una famiglia, dei bambini, ed invece di poter andare al parco con loro sono costrette a passare i barattoli di piselli o i surgelati.
Io trovo sia vergognoso.Vergognoso che si sfrutti in modo così avvilente la forza lavoro.
Vergognoso che si mini alle fondamenta l'istituto della Famiglia (con la F maiuscola).Vergognoso che le persone vadano a fare la spesa proprio in quel giorno.Che poi, a dirla tutta, anche se le persone vanno a fare la spesa a ferragosto, non è che gli incassi si moltiplichino: se uno va a fare la spesa il 15 agosto, non la farà il 16.
Non è che i suoi consumi aumentino, semplicemente cambia il giorno della spesa, e dunque i consumi globali rimarranno inalterati.Anzi, al limite i consumi globali (in termini macroeconomici) addirittura diminuiscono: tutte le famiglie che sono costrette a rimanere a casa perché un componente è andato a lavorare, ebbene esse sono costrette a rinunciare ad una gita fuori porta, ad una giornata al mare od in montagna, ad un gelato, ad una pizza, riducendo così il livello totale di consumo.Il rispetto per i lavoratori è stato riposto in un cassetto, e migliaia di persone vengono private della possibilità di rimanere con la propria famiglia in nome del profitto (che comunque rimane una chimera, di questi tempi).
E' un brutto andazzo, che temo difficilmente verrà abbandonato.
Giusto rimanere aperti a ferragosto, altrimenti questo povero signore rimasto senza caffé come avrebbe potuto fare?

Leggi tutto l'articolo