Ferrari: un beccaccione di ingegnere ha provocato le polemiche e la multa per il sorpasso Alonso-Massa

La Ferrari si è ripetuta.
Aveva permesso, anni fa, a Michael Schumacher di superare prima del traguardo Rubens Barrichello che aveva dominato il gran premio; ha permesso a Fernando Alonso, nel GP di Germania 2010, di superare Felipe Massa che aveva condotto la gara dal primo giro.
Decisione che la direzione della squadra ha giudicato normale perché Massa era in difficoltà con le gomme.
Giustificazioen che non condivido totalmente perché Massa, dopo , aveva ripreso il suo ritmo per respingere l'attacco di Vettel alla seconda posizione.
C'è anche l'immagine del contagiri della Ferrari di Massa, praticamente fermo all'uscita della curva dove poi il brasiliano era stato superato: segno che non aveva accelerato.Il regolamento della F1 vieta gli ordini di scuderia per l'arrivo dei piloti al traguardo, per questo la squadra di Maranello è stata punita con 100 mila dollari di ammenda.
Ora, tutto questo casino non sarebbe successo se quel beccaccione dell'ingegnere di pista di Massa, Rob Smedley, non gli avesse indirizzato un messaggio talmente equivoco da sembrare anche ingenuo:  " guarda che Fernando è più veloce di te.
Conferma di aver capito"- Come dire: fallo passare.
Davvero un tecnico geniale, uno che viola il regolamento con tanta disinvoltura e poi, sempre alla radio, dice "sorry"! Non ci è piaciuta neppure la giustificazione di Luca Colajanni, responsabile dell'ufficio stampa della gestione sportiva, che ha detto: "Massa ha fatto passare Alonso pensando al bene della squadra".
Come dire che se Alonso non fosse passato la Ferrari non avrebbe preso i punti dei primi due arrivati? Il bene della squadra erano quei punti, il bene per Colajanni era invece quello di far vincere la prima guida, cioè Alonso.
Senza tante ipocrisie, la Ferrari avrebbe dovuto dire che il regolamento è una pentola di sciocchezze, dedcise da un consiglio mondiale in cui il rappresentante di una repubblica africana ha lo stesso voto di quello tedesco.
Ma andiamo! Io pago, io decido in seno alla mia squadra chi è il primo pilota e chi deve tirarsi da parte, se altri non lo fanno affari loro.
Ma, perdinci, caro Domenicali, togli la radio a quel beccaccione di Rob Smedley!

Leggi tutto l'articolo