Ferrovia Roma- Viterbo e ospedale Andosilla: Angelelli “Arrivano i tagli di Natale dalla Regione”

“Per Natale non ci aspettavamo certo dei doni dalla Regione, ma neanche notizie tanto amare.
La Polverini è tornata a tagliare i servizi al nostro territorio, al viterbese, e a Civita Castellana in particolare” così il sindaco di Civita Castellana Gianluca Angelelli commenta le recenti notizie giunte dalla Regione.
“ Dal bilancio regionale sono stati tolti i fondi che la giunta Marrazzo aveva destinato al raddoppio della ferrovia Roma-Civita Castellana- Viterbo e dal 15 dicembre, grazie al decreto della Polverini, muore il reparto di Ostetricia dell’Ospedale Andosilla, che cittadini e imprese civitoniche avevano contribuito a rendere uno dei reparti di eccellenza dell’ospedale.” Il primo dei due tagli a cui il sindaco fa riferimento è quello ai fondi che erano stati destinati dalla Regione Lazio, durante la precedente giunta, al raddoppio dei binari della Ferrovia Roma- Civita Castellana, nel tratto da Riano a Civita Castellana.
L’opera avrebbe consentito un transito più veloce dei treni che attualmente viaggiano da e per Roma su un unico binario.
“La scusa adottata dalla Regione –spiega Angelelli – è che venendo meno l’aeroporto di Viterbo non ha più senso destinare i fondi al raddoppio di quella ferrovia fino al capoluogo, quindi non vale la pena neanche iniziare il raddoppio del binario fino a Civita Castellana.
In realtà l'opera è stata pensata e progettata quando nemmeno si parlava dell'aeroporto viterbese.
Questa è un'opera necessaria a questo quadrante a nord di Roma, essenziale per la crescita e la rinascita delle nostre città.
La verità è che la giunta di destra sta spostando in ogni modo i fondi dal viterbese verso Latina e la Pontina.
Ciò che dispiace –continua Angelelli – è che mentre per la trasversale si sono, giustamente, levate molte voci di protesta, sembra che nessuno sia interessato a questo sfregio ingiusto che taglia un’opera importante per incentivare la mobilità sostenibile, spostandone i fondi di nuovo verso le strade e il trasporto su gomma.
Decisione ingiustificata e ingiustificabile di nuovo contro il nostro territorio.” Sul fronte ospedale, invece, il sindaco commenta così la chiusura del reparto di Ostetricia a partire dal 15 dicembre: “ Uno dei nostri reparti migliori muore grazie alla decisione di Renata Polverini.
La stessa che aveva promesso di non chiudere gli ospedali e che aveva garantito che le chiusure sarebbero state programmate con i comuni per evitare disagi ai cittadini.
A noi non ci ha contattato nessuno, come al solito fa il [...]

Leggi tutto l'articolo