FgS e Coordinamento stop 133 – Bari

La Federazione Giovani Socialisti – Bari: Savino, Alberto Rucci, Cristiano Boccuzzi, Domenico Scauro, Matteo Matera e Antonio Russo, hanno partecipato alla assemblea generale organizzata per il ritiro della L.
133/08 dal "Coordinamento stop 133 – Bari" ,tenutasi nell'atrio di Giurisprudenza e Piazza Prefettura nel giorno 28/10/2008.
Secondo il compagno Alberto Rucci "dopo una così rilevante manifestazione non violenta che ha visto presenti studenti, docenti e normali cittadini, il governo Berlusconi dovrebbe dare ascolto alla piazza e pensare realmente al bene del Paese." Cristiano Boccuzzi, invece, crede che "trasformare l'università pubblica in fondazioni private, il cui requisito giuridico essenziale è il patrimonio, significhi capitalizzare il diritto allo studio.
Un diritto capitalizzato parrebbe un ossimoro, ma il governo è stato anche capace di questo e se il fenomeno del baronato oggi può essere combattuto, la riforma lo legittimerebbe".
Secondo il compagno Matteo Matera "la voce degli studenti rispecchia il malessere di un Paese che, nel mezzo di un decadimento sociale ed economico si vede spinto verso la privazione, adesso, anche dei diritti fondamentali.
Lo studio è un diritto e non un pretesto di "privatizzazione" e risanamento economico".
Secondo Domenico Scauro  :"Crediamo che il sistema formativo debba tornare ad essere una priorità nel dibattito pubblico e non una questione economica da dirimere con un atto del Ministro delle Finanze.
Il ritiro del Decreto è l'obiettivo che perseguiamo attraverso le nostre manifestazioni".  Antonio Russo, stidente dell' 'Accademia delle Belle Arti,  punta a che  questa  "venga riconosciuta come facoltà e non come semplice scuola superiore di secondo livello.
Che il suo diploma acquisti il valore di laurea .
Il governo deve concentrarsi sulle urgenze formative  del sistema".
   Da Cristiano Boccuzzi

Leggi tutto l'articolo