Figlia di Bacco

Figlia di Baccoche di tua beltà inebri i viandanti,rendi insavi i savisin a portar deliri e visionia chi,ubriaco del tuo ardorsi perde in una goccia di ambrosia.Figlia di Baccoche sol gli dei ripudian piacera semidea dal cuore lindoma sì macchiato da libido e lussuria.E mentre lo stolto si disseta del tuo nettare,non schiavo fu Zeus a relegarti donna di meste spoglie,vaga essenza di nettareapprontato sol per inetti comuni mortal

Leggi tutto l'articolo