Figlia picchiata dal suo compagno, la madre: “Non lo abbandono"

“È giusto che sia in carcere, ma devono aiutarlo perché lui non vuole prendere le medicine.
Io comunque non lo abbandono”.
Sono queste le parole di Sara, la mamma di Alice, la bambina che è stata ridotta in fin di vita dal compagno della donna Federico Zeoli.
Intervistata da Il Messaggero, Sara ha dichiarato di sapere “cosa penseranno tutti di me, che sono una madre disgraziata” ma di non voler lasciare l’uomo perché “lui è la mia vita”.
La donna ritiene che il compagno vada aiutato: “Sua madre mi ha spiegato che è malato, ha una specie di schizofrenia.
Io lo amo, ma non so se riesco a perdonarlo”.
Stando alle parole di Sara, come si legge su Il Messaggero, i due si conoscerebbero solo da due mesi e avevano deciso di sposarsi ad aprile: “Si arrabbia spesso, sbotta, poi si pente ma io non mi arrabbio, lo lascio sfogare.
Non ha mai alzato le mani su di noi, a parte qualche sculacciata o rimprovero.
Ci tiene all’educazione ma io ho sempre permesso alle bambine di fare come vogliono, insomma ogni tanto fanno cadere qualcosa quando rovistano nei cassetti e lui si arrabbia”.
Su quanto successo giovedì, la madre di Alice ha raccontato di aver ricevuto una telefonata dal compagno che le ha chiesto di tornare subito a casa perché “la bambina aveva perso i sensi all’improvviso dopo aver bevuto dell’acqua e vomitato”.
Corsi immediatamente in ospedale, Sara, in un primo momento, ha provato a coprire Federico, ma gli agenti non le credono e incalzano Sara e il compagno, che alla fine confessa.
Zeoli ha picchiato la bambina su tutto il corpo, sul viso e l’ha morsa all’altezza dell’ombelico perché la piccola non voleva smettere di piangere.
Il racconto della donna a Il Messaggero poi prosegue: ”Noi ci amiamo e con le bambine siamo felici, dormiamo tutti in una stanza e ci vediamo la televisione sul lettone”.
Ora Sara è preoccupata per la piccola che non sa “se vivrà, prego per lei” e anche per le altre figlie, una di 5 anni e la gemella di Alice: “Mi hanno preso le bambine, sto aspettando notizie.
Ho paura del mio ex, un pregiudicato, mi ha preso a coltellate, è violento, vuole le bambine.
Vive a Roma ed è arrabbiatissimo.
Non le vede da 4 mesi, sono terrorizzata”.