Finalmente!! ERAORA!!!

La Camera ha approvato la normativa sulla videosorveglianza in asili, scuole d'infanzia e strutture per anziani e disabili.
A Montecitorio, i voti a favore sono stati 279, 22 i contrari e 69 gli astenuti.
La legge prevede l'installazione di telecamere a circuito chiuso per contrastare gli abusi sulle persone più indifese, di cui troppo spesso le cronache danno notizia.
Ora il testo passa in Senato...
La legge consente l'installazione delle videocamere nelle strutture, a condizione che tutti gli utenti e i lavoratori ne siano informati e che le riprese siano cifrate con codici a disposizione solo di organismi certificati e della magistratura, unica titolata a consentire la visione delle immagini.
Al Senato è ormai attesa l'approvazione definitiva del testo.
La legge era nata sulla scia degli episodi di cronaca giudiziaria sempre maggiori venuti alla luce negli ultimi anni a proposito di maltrattamenti a bambini, anziani, disabili in centri specializzati per l'assistenza alla prima infanzia e in luoghi di degenza per la terza età e per i malati.
^^^^ Chi svolge i suo lavoro con amore e dedizione e ha la coscienza pulita non deve temere le telecamere..
i richiami e gli interventi a solo scopo educativo ci possono stare, gli schiaffi e gli abusi verbali no! eeeeeeeeee...........Bisognerebbe che le insegnanti che non sono d'accordo guardassero il video di quei bambini strattonati e lasciati per terra al buio o magari quello in cui la maestra spingeva il cucchiaio in gola al bambino perché non voleva mangiare io ho un bambino di 3 anni e mezzo e li ho visti tutti i video tutti quelli che il telegiornale ha trasmesso e ancora mi viene la pelle d'oca........

Leggi tutto l'articolo