Finanziarie e spending review: le ruberie dei vigliacchi (il compagno pollpot)

Declino qualsivoglia responsabilità per i contenuti e i linguaggio del seguente post, firmato da "Il compagno pollpot".
Lo pubblico, ma con il brivido ...Anatolio Anatoli L’imperativo categorico della morchia euroglobalista subdominante è riportare il rapporto deficit/ pil sotto il 3%.
L’obbiettivo è, altresì, tagliare i servizi.
L’obbiettivo è anche la svendita ai privati (sappiamo quali) del patrimonio e delle partecipazioni pubbliche.
Senza alcuna contropartita in termini di occupazione, reddito, condizioni di lavoro e di vita per la popolazione, che, anzi, sono destinati a peggiorare rapidamente.
L’unica cosa che può “crescere” è la miseria.
I vigliacchi lo sanno.
Dal boia Monti alla mignatta delinquente Letta il passo è stato breve, senza troppi scossoni, nonostante le elezioni di mezzo.
Il programma è lo stesso: quello dei loro padroni.
Si toglie di mezzo Berlusconi perché “disturba” un poco, non è un cane fedele, scodinzolante 24 x 7, ma un cagnolino alquanto indisciplinato e si “auspica” – come fa la troia euronazista Merkel – il trionfo del pagliaccio piddino Renzi alle prossime elezioni (il cui risultato loro lo possono pianificare).Mi chiedo quando qualcuno troverà il coraggio di organizzare la santa controviolenza antagonista, di andare a prenderli, di avvolgerli nell’odioso straccio blu a dodici stelle (simbolo dell’occupatore del paese), di buttarci sopra benzina e accendere.
Oppure di gettargli in gola monete da un euro arroventate.
Che le mangino, che mangino il loro strumento di morte e di potere.
Sarà un bel momento, un dolce momento.
Odio sociale, Disumanizzazione del nemico e Vendetta di classe.
Dolci parole.
Ma mi rendo conto che è solo un sogno.
Una popolazione infiacchita, vigliacca, idiota, impaurita abbassa la testa e spera di sopravvivere.
Sempre peggio, naturalmente.
Una popolazione che si nasconde fino all’ultimo piuttosto che combattere, anche se sa che loro la vogliono ridotta in completa schiavitù, oppure morta.
I detentori del grande capitale finanziario non hanno più bisogno degli italiani, così hanno passato l’ordine ai loro servi politici locali di procedere con lo sterminio di massa, per ora economico e sociale.Le ruberie dei vigliacchi, servi delle vampiresche aristocrazie euroglobaliste, continueranno fino all’ultimo minuto.
Lo strozzino-assassino Befera (che è più importante di un ministro, per i “compiti” che ha, nel sistema di rapina vigente) proseguirà imperterrito nella “guerra all’evasione fiscale” dissanguando le [...]

Leggi tutto l'articolo