Firenze: Angela De Nozza

In occasione della terza edizione di CONTEMPORANEAMENTE, un progetto ideato dall’Associazione Via Maggio finalizzato a dare risalto a tutte le realtà fiorentine che offrono e incoraggiano forme di arte, artigianato, design e cultura contemporanea, che si terrà a Firenze in Via Maggio dal 5 al 24 dicembre 2013 Dal 5 al 20 Dicembre la Galleria Boralevi presenta: "Tappeti dell'anima" collezione di tappeti contemporanei su disegni di Angela De Nozza Questa collezione si va ad aggiungere alla raccolta di tappeti che la galleria Boralevi ha realizzato in collaborazione con artisti e designer che hanno prestato la loro creatività per rinnovare e rendere più attuale l'antico artigianato del tappeto.
Per l’occasione verranno presentati anche i tappeti della collezione ideata in collaborazione con Otto luogo dell’arte di Olivia Toscani Rucellai, disegnati da Mauro Lovi, Elisabetta Nencini e Livio Tessandori.
I manufatti sono tutti realizzati interamente a mano negli altopiani del Tibet.
La tecnica e' quella antica del nodo tibetano, le lane sono locali e i colori sono naturali.
Alcuni particolari del disegno vengono valorizzati utilizzando materiali come seta e viscosa o attraverso un sapiente uso della rasatura.
Tutti i tappeti sono pezzi unici e siglati dall'artista che ne ha ideato il disegno.
Ad arricchire l’esposizione dei tappeti due tavoli disegnati e realizzati da Elisabetta Nencini, quello bianco proposto nel progetto 'Tabula Rasa' per Otto luogo dell'arte nel 2013.
Angela De Nozza nasce a Fano e si forma in terra marchigiana frequentando il liceo classico.
Prosegue la formazione storico-umanistica laureandosi in Filosofia a Firenze.
Vive nella campagna della Certosa e lavora nella casina tra gli alberi sorvegliata dal suo fido mastino napoletano Elia.
E’ proprio l’albero a svolgere un ruolo speciale nei suoi dipinti divenendo punto di riferimento per rinsaldare il legame tra il suo animo e l’anima della natura.
Crea un mondo che non esiste ma che è presente nella sua mente quando medita sul paesaggio, sulla figura umana e su memorie di gusto surreale e metafisico.
Galleria Boralevi via Maggio 16r, Firenze Ingresso libero o su appuntamento 055 28.17.56 undo

Leggi tutto l'articolo