Firenze: Artour-o il Must

Decimo anno a Firenze per  "Artour-o il Must”, il festival che a partire da domani e per i prossimi tre giorni si occuperà di raccontare la vita e le attività di enti, musei, aziende, associazioni che metteranno a disposizione del pubblico la propria vita e la propria occupazione sul territorio fiorentino e non solo.
Diverse sezioni: "Interior”, dedicate all'arte e al design nel quotidiano; "a Tavola”, dove gli artisti sono invitati ad esprimere il loro rapporto con il cibo e l’alimentazione dando vita alle opere della mostra allestita nella zona lounge di Villa La Vedetta; "nel Parco”, dove nei giardini di Villa La Vedetta e di Villa Fani ci sarà un percorso installativo e di sculture fino al prossimo giugno; "in Città”, dove le opere toccheranno alcuni dei luoghi più esclusivi e originali di Firenze: la sede dell’ADD, il Museo e il Chiostro del Complesso di Santa Maria Novella, l’Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, il Museo Nazionale Alinari della Fotografia, il Museo del Bigallo, il complesso di Sant’Orsola, Palazzo Giovane, e diversi palazzi dell’aristocrazia e dell’imprenditoria fiorentina come l’Accademia Delle Arti Del Disegno e il Grand Hotel Minerva, ma anche Fani Gioielli, la galleria Biagiotti Progetto Arte, Penko Bottega Orafa, Caffè Florian, Hotel Tornabuoni Beacci, Hotel Londra, Studio Most, Vranjes e UB; infine "Focus”, approfondimento teorico che quest’anno esplora la figura di Michelangelo e il dialogo tra la cultura del passato e quella attuale.
Nelle due sedi di Villa La Vedetta e di Villa Fani, sarà ospitata anche un delegazioni spagnola, che partecipa con un progetto specifico, in vista del prossimo appuntamento di "Artour-o” che quest'anno sarà a Merida.
Tra le altre collaborazioni del Festival, anche quella con Toscanaincontemporanea e l’ Accademia delle Arti e del Disegno, che a proposito dello scultore più "chiacchierato” del momento, realizzano la mostra "Io e Michelangelo’, figura di cui discuteranno anche i relatori Luigi Zangheri, Architetto, Professore e Presidente dell'Accademia delle Arti Del Disegno, la più antica d'Europa, ed Ermete Realacci, Presidente di Symbola, Fondazione per le qualità italiane.
Ad essere premiati con l' "Artour-o d'Argento” i personaggi che si sono distinti come committenti: quest'anno Vittorio Livi, di Fiam Italia, Giampiero Brogi, di ColleVilca Cristalleriae, e Daniele Lombardi, artista visivo, pianista e compositore.
«L’arte è nata per comunicare, e le sue espressioni, siano quadri o sculture o [...]

Leggi tutto l'articolo