Firenze: Un mare d'inchiostro

  Nata in Europa nel XV secolo e sviluppatasi nel corso dei secoli successivi, l’incisione è stata una delle maggiori espressioni dell’epoca rinascimentale, e la sua invenzione è legata alla diffusione dell’uso della carta e all’introduzione del torchio e quindi della stampa, divenendo presto il mezzo che meglio rispondeva alla richiesta di moltiplicare opere letterarie e figurative.
Attraverso l’incisione di traduzione, l’Europa ha così conosciuto l’iconografia della pittura e della scultura.
La storia dell’incisione originale moderna si apre con l’opera di William Blake e Francisco Goya.
Dell’arte incisoria si appropriarono poi i “romantici”, gli “impressionisti”, i “simbolisti”, gli “espressionisti”, i “macchiaioli”, i “cubisti” e così via dicendo, fino ad arrivare ad giorni nostri.
Nonostante ciò, l’arte incisoria è ancora considerata un prodotto artistico prevalentemente destinato ad élites di intenditori.Firenze, con l’intento di far conoscere e diffondere tra un pubblico più vasto tale arte, dedica due mostre all’incisione che apriranno il 6 e 7 novembre, in due templi della grafica d’arte: l’Accademia delle Arti del Disegno e la Galleria del Bisonte.
L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per i 30 anni di attività della Scuola Internazionale di Arte Grafica del Bisonte ed è promossa, tra gli altri, dalla Regione Toscana, dalla Fondazione Ente Cassa di Risparmio di Firenze e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Livorno.
Nella prima mostra, antologica, dal titolo Un mare d’inchiostro.
Trenta anni di attività della Scuola Internazionale di Grafica d’Arte Il Bisonte, in programma – dal 6 al 30 novembre – nella Sala Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, saranno presentate circa 70 opere selezionate dall’archivio della Scuola del Bisonte, che conserva oltre 7.000 opere, che coprono le più svariate tecniche della grafica d’arte studiate e sperimentate dai migliori discenti dei corsi e dai maestri incisori che si sono succeduti dal 1983 al 2012.
Al fine di avvicinare il pubblico alla raffinata arte dell’incisione e della stampa manuale, l’esposizione sarà integrata da una sezione didattica. Nella seconda, dal titolo, Un mare d’inchiostro.
La generazione del Bisonte, in programma – dal 7 al 29 novembre – presso l’omonima galleria di Via San Niccolò, cuore della Rive Gauche fiorentina, sarà presentata una collettiva in cui artisti affermati a livello nazionale e internazionale, già allievi [...]

Leggi tutto l'articolo