Firenze: Vanishing Firenze

Trenta botteghe storiche fiorentine protagoniste di un ricco mosaico di 214 immagini.
È “Vanishing Firenze.
Arti e Mestieri da salvare”, il volume promosso dal Comitato Firenze Sapere che ha il merito di riportare in primo piano le problematiche del mondo dell’artigianato fiorentino che ormai da anni deve fare i conti con grandi difficoltà.
Il libro, presentato ieri mattina in Palazzo Vecchio da Dario Nardella, vicesindaco e presidente del Comitato Firenze Sapere, vuole far riscoprire attraverso le voci, le esperienze, le passioni degli artigiani fiorentini una città che nei secoli passati è stata la regina del “fatto a mano” di altissima qualità e che oggi stenta ad avere un futuro.
Una selezione di artigiani che incarnano l’etica dell’artigianato fiorentino “Vanishing Firenze.
Arti e Mestieri da salvare” offre l’istantanea di una selezione di artigiani, i più rappresentativi di un mestiere condiviso, di una tradizione che si tramanda nel tempo, scelti non soltanto per il loro prestigio e qualità, ma soprattutto per essere gli esponenti di uno stile di vita, di un’etica dell’artigianato fiorentino che si basa, ancora oggi, “sull’imparare facendo”.
L’ulteriore filo conduttore che lega, nelle 276 pagine della pubblicazione, la storia dei 30 artigiani protagonisti, è la difficoltà di intravedere un futuro concreto per le tante lavorazioni di orafi, bronzisti, mosaicisti, ceramisti, fabbri e decoratori fiorentini.
Da qui la scelta del concetto “vanishing”, in italiano “evaporare”, che è il titolo del volume.
Nonostante l’ausilio delle macchine, il lavoro del fabbro rimane fondamentalmente un mestiere manuale “Il lavoro manuale deve recuperare il valore che aveva in passato” (Matteo Renzi) Una situazione in parte spiegata, come emerge dal libro, dalla progressiva perdita dell’identità dell’artigiano come rappresentante di una categoria sociale, culturale ed economica.
In un mondo globalizzato “i giovani pensano che lavorare con le mani non sia sexy.
Il lavoro manuale deve recuperare il valore che aveva in passato, va valorizzato.
E dobbiamo adoperarci perché ciò avvenga”, spiega il sindaco Matteo Renzi, nell’introduzione al volume, dal quale emerge, un comune sentire degli artigiani, secondo cui, tornare a parlare del futuro dei laboratori artigiani rappresenta una sfida per l’intera città.
Firenze Sapere: il progetto e il portale internet Il volume “Vanishing Firenze.
Arti e Mestieri da salvare” è soltanto l’ultimo dei risultati del Comitato Firenze [...]

Leggi tutto l'articolo