Firenze: Visibiliars

Valerio Deho' Creatività e determinazione.
“Adotta un artista” è un connubio perfetto di arte e marketing rivolto alle aziende toscane, e non, che intendono promuovere la loro attività commerciale e al contempo sostenere un artista emergente.
Promotrice e ideatrice del virtuoso progetto, è l’associazione culturale fiorentina HeyArt, diretta dall’ Architetto Francesca Votano, con il patrocinio del comune di Firenze, Quartiere 1.
A collaborare al progetto, personaggi di spicco quali Carlo Palli, collezionista e mercante d’arte e Valerio Dehò, critico e storico dell’ arte, direttore artistico e curatore del Kunst Merano Arte e direttore artistico della rivista Art Key.
“Adotta un artista” è un esempio unico di alleanza nel rapporto tra arte e impresa per un’ iniziativa che ha un triplice obiettivo: Promuovere e sostenere la comunicazione dell’immagine delle aziende, promuovere il lavoro degli artisti, accrescere l’apprezzamento della cultura contemporanea sul territorio.
Un “contenitore” che prevede tre fasi di realizzazione legate a tre espressioni artistiche diverse: fotografia, pittura e scultura.
Ad ogni fase partecipano otto aziende e otto artisti, per un totale complessivo di 32 artisti “adottati” dalle rispettive aziende (a scelta del curatore e dalla Associazione), che per un anno saranno a disposizione delle stesse, ai fini di una collaborazione per la creazione, o al rinnovamento, dell’immagine aziendale, al rinnovamento di una linea di prodotti, del marchio, del sito, della comunicazione visiva dell’azienda, ecc..
Il primo evento espositivo “Visibiliars”, Dentro e fuori l’immagine” che metterà a conoscenza gli artisti con il pubblico e le aziende, è in programma a Firenze dal 13 Gennaio al 27 Gennaio 2010 nel suggestivo complesso dell’ex carcere “Le Murate”, nella sala delle vetrate.
A marzo e giugno le altre due esposizioni in location ancora da ufficializzare.
VISIBILIARS Dentro e fuori dell’immagine CRITICA INTRODUTTIVA In tempi di convivenza tra linguaggi e tecniche, tra analogico e digitale, la storia e il presente si affiancano.
I generi si sommano e non si escludono, appare una mobilità concettuale e di risultati molto affascinanti.
Mai come in questi anni, la fotografia è stata così popolare, sembra che tutti fotografino qualcosa o qualcuno.
Per questo è meglio guardare gli artisti cosa hanno da dirci e da insegnarci in termini non tanto tecnici, ma di apertura verso nuovi orizzonti ed emozioni.
IL CURATORE Valerio Dehò attualmente insegna [...]

Leggi tutto l'articolo