Fisco

Fisco: Cgil, 9,3mln incapienti, 80% dipendenti e pensionati Sono 9,3 milioni i cittadini cosiddetti incapienti, che non possono usufruire dei benefici fiscali (deduzioni e detrazioni) perché il loro livello di reddito e di imposta è così basso da non consentirne l'utilizzo; di questi, 7,2 milioni, ossia circa l'80%, sono lavoratori dipendenti e pensionati che hanno un reddito fino a 15.000 euro (per la precisione il 39,3% dei primi e il 41,6% dei secondi).E' quanto emerge da un'indagine dell'Associazione Bruno Trentin-Isf-Ires della Cgil e del Cer (Centro Europa ricerche), secondo cui "il sistema fiscale italiano è sempre più iniquo" e si certifica la progressiva perdita di capacità redistributiva del sistema.
Associazione e Cer avanzano, quindi, "la proposta di un credito d'imposta rimborsabile per gli incapienti".

Leggi tutto l'articolo